Partager l'article

SOPHIE CALLE : Les Fantômes d’Orsay

Intrecciando passato e presente, realtà e finzione, ricordi e fantasie, Sophie Calle tesse storie inquietanti con piccole cose, vestigia di una vita ordinaria condannata al declino o all’oblio. Una virtuosa narratrice, la regina della micro-narrativa che da quarant’anni ci inganna con resoconti vero-falsi in pseudo Histoires vraies, torna alle origini di questo processo di mistificazione di cui ha fatto il sostrato di tutta la sua opera. Una mitologia dell’intimo che fa “trofei” tracce e oggetti abbandonati. Così piccoli oggetti, schede clienti e altri documenti raccolti nell’albergo deserto della stazione d’Orsay prima della sua trasformazione in museo. È qui che tutto ha avuto inizio, nel 1978. Frequentando per mesi le stanze abbandonate, documentando o trasformando oggetti trovati in ready-made, l’artista visiva farà di questa terra di desolazione il terreno fertile per la sua immaginazione e tutte le sue future creazioni. Ritorno a quei fantasmi.

Mostra Sophie Calle – Les Fantômes dOrsay
Al musée d’Orsay (Paris)
www. musee-orsay.fr
Dal 15 marzo al 12 giugno

E anche
Mostra monografica Sophie Calle 
Al Centre Pompidou Málaga (Málaga)
www. centrepompidou-malaga.eu
Fino al 22 aprile

Stéphanie Dulout

ABONNEZ VOUS À LA NEWSLETTER