Partager l'article

CARLIJN JACOBS, FOLLIE GRAFICHE E FANTASIOSE

La fotografa di moda olandese presenta la sua prima mostra personale alla Foam Gallery di Amsterdam che mette in risalto il suo immaginario visivo eccentrico, vintage e colorato.

© Carlijn Jacobs
© Carlijn Jacobs

Se il suo nome non è familiare al grande pubblico, alcune sue immagini lo sono molto di più. A cominciare dalla copertina dell’album Renaissance di Beyoncé e dalle foto di Bella Hadid nei panni di un androide per Heaven by Marc Jacobs.

Questa narratrice visiva, originaria dei Paesi Bassi e residente a Parigi, ha rapidamente attirato l’attenzione della professione. Il suo tocco espressivo, creativo e insolito attinge alle sfumature del surrealismo e all’immaginario degli anni ‘80 e ‘90. 

Unire stili e uscire dalla propria comfort zone, questo è il credo di questa diplomata in fotografia alla Willem Academy di Kooning di Rotterdam. Nel 2021, la trentenne ha pubblicato la sua prima monografia, Mannequins (Art Paper Editions), in cui figurine di vetrine imitano i gesti e le espressioni facciali della moda.

© Carlijn Jacobs
© Carlijn Jacobs
© Carlijn Jacobs

Nel settembre 2023, ha pubblicato Eyes (Note Note Éditions), questo affascinante organo che dà origine a tante storie quante rappresentazioni. Questa pubblicazione ora funge anche da sua prima mostra personale. La Foam Gallery di Amsterdam lo evidenzia attraverso Sleeping Beauty, presentata come “un invito a una fiaba nel subconscio”.

Atmosfere anticonformiste

Le sue visioni creative qui spingono i confini della sua estetica, esplorando l’intelligenza artificiale come “immagini fisse di un incubo stranamente attraente”. È questa la singolarità del portfolio di Carlijn Jacobs che, in pochi anni, ha saputo moltiplicare le collaborazioni con riviste (Vogue, AnOther Magazine, Dazed, Pop, M Le Monde, D la Repubblica) e brand (Acne Studios, Chanel, Gucci, Louis Vuitton). 

Le opere presentate nello spazio di Amsterdam combinano il lavoro su commissione con foto più personali. 

© Carlijn Jacobs
© Carlijn Jacobs

Qui fa spazio all’importanza che attribuisce ai costumi e ai travestimenti all’interno delle culture, come quelli delle geishe giapponesi, del carnevale veneziano e della sfera della moda attualee. Proprio mentre sonda la nozione di maschera. “Sono affascinata da questa idea. Ci nascondiamo dietro un accessorio e possiamo diventare qualcun altro”, spiega “Il mondo della moda è infatti una forma di evasione: si crea un nuovo personaggio. Cambiare look e coniugare l’esistente con l’inesistente sono componenti fondamentali nel mio lavoro: ‘abbellire’ la realtà e dare così forma a un mondo che ancora non esiste”. Per arricchire lo spazio, Carlijn Jacobs invita l’artista e designer olandese Sabine Marcelis al suo fianco per creare insieme un “mondo da sogno definitivo”.

« Sleeping Beauty »

Dal 6 ottobre 2023 al 21 gennaio 2024

Foam Gallery

Keizersgracht 609, Amsterdam

carlijnjacobs.com

foam.org

© Carlijn Jacobs

Nathalie Dassa