Partager l'article

DIGNITARIO MAYA

Francia – Paris

Tra i manufatti lasciati in eredità dai Maya ci sono volti a grandezza naturale o più grandi come questo, modellati da uno stucco bianco fatto di calce e argilla. Poiché queste figure sono state rinvenute tra le rovine di città o templi, e non in tombe, ricercatori e archeologi hanno dedotto che si trattasse sicuramente di volti di sovrani o dignitari religiosi, destinati ad essere fissati come elementi ornamentali alle facciate dei templi.

© Opus

Si notano spesso sulla superficie delle teste Maya in stucco tante piccole linee, stimmi di radici e liane della giungla circostante che ricoprono gradualmente queste opere dopo che furono cadute dalle rovine degli edifici a cui erano state fissate. Tutta questa vegetazione ha formato nei secoli una sorta di ganga protettiva, preservando lo stucco dall’erosione e dalla probabile distruzione.

Questo volto è eminentemente Maya: una bocca semiaperta su una lingua apparente; un labbro inferiore dritto sotto un labbro superiore fortemente orlato; naso classicamente adunco, con due narici piuttosto sviluppate; occhi a mandorla, parzialmente coperti da due palpebre sporgenti, come il resto dell’arcata sopracciliare. Lo spessore della scultura ha permesso all’artista di scavare in profondità e di accentuare i tratti che danno all’opera questa presenza e questa grande serenità.

Di fronte, e nonostante un’espressione di profonda contemplazione, il personaggio sembra molto vivo, i suoi occhi visibili e aperti. Di profilo invece, per via di questa fessura laterale che unisce tra loro le palpebre, gli occhi sembrano perfettamente chiusi, suggerendo ovviamente un personaggio dormiente o defunto. Se non possiamo affermarlo con certezza, questa caratteristica potrebbe tuttavia indicare che queste teste in stucco un tempo appese alle facciate di templi e palazzi costituivano una sorta di galleria di ritratti, in memoria di ex sovrani o sommi sacerdoti scomparsi.

JEAN-CHRISTOPHE ARGILLET

Furstenberg Gallery
8, rue Jacob, Paris 6e 
galerie-furstenberg.fr

Didascalia dell’immagine:
Ritratto di dignitario a grande figura
Stucco calcico con resti di pigmenti
Messico o Guatemala, cultura Maya
500-800 d.C. J.-C.
Altezza: 30 cm Larghezza: 23 cm Spessore: 16 cm

OPUS – ANCIENT ARTS GALERIE JOSEPH
116, RUE DE TURENNE, PARIS 3°
DAL 20 AL 24 SETTEMBRE 2023
OPUSARTFAIR.COM