Partager l'article

GLI OGGETTI INDIRETTI DI KATERINA KAMPRANI

Grecia – Atene

Funzionalità, utilità, praticità… L’architetto greco ignora convenzioni e consuetudini con “The Uncomfortable”. Attraverso questa collezione ludica, Katerina Kamprani si diverte a sfidare i linguaggi del design e i principi fondanti del design domestico immaginando prodotti tanto improbabili quanto inutili. 

Ombrello di cemento, stivali da pioggia aperti, annaffiatoio che innaffia dall’interno, sedia dalla seduta impossibile, bicchiere di champagne imbevibile che sembra un candelabro… Questa laureata in architettura all’Università tecnica di Atene continua quello che ha cominciato. Decostruisce e devia la semiotica dell’oggetto originale per creare design allo stesso tempo goffi e assurdi, surreali e poetici. 

Colei che si definisce come la “criminale” della funzionalità ha iniziato questo progetto nel 2017, realizzando prototipi per la sua prima mostra personale alla Zagreb Design Week. Da allora, spinge l’osservatore-utilizzatore e a interrogarsi sulla natura profonda dei processi e delle interazioni con i modelli più semplici tra umorismo, arte e design.

Nathalie Dassa

www.theuncomfortable.com