Partager l'article

L’INCANTEVOLE SEDIA CHUBBY DI DIRK VAN DER KOOIJ

Nel 2009, il designer Dirk van der Kooij ha deciso di avviare il proprio studio di design con la ferma intenzione di rivelare che qualsiasi materiale, qualunque esso sia, può essere riutilizzato. Plastica, metallo, pelle… partecipano al design di ciascuno dei pezzi delle diverse collezioni del designer. Grazie a macchine innovative, appositamente progettate dallo studio Kooij, le forme materiche della lampada Sunflower o della sedia Chubby rivelano una stranezza a volte singolare, a volte organica, specifica del marchio di design. Le opere di Dirk van der Kooij possono essere ammirate al MoMA di New York e di San Francisco o al Vitra Design Museum.

Tre anni dopo, il designer lancia Chubby, una sedia golosa dalle infinite linee che creano un movimento enigmatico. Questa forma si spiega con la mancanza di memoria del robot responsabile della sua fabbricazione, conferendo alla sedia Chubby un carattere atipico. La sua composizione? Dieci chili di plastica riciclata – ricavata principalmente dagli interni di frighi – e basta. Disponibile in dodici colori – guava, pastello, giallo o mattone – i pigmenti, miscelati a mano, vengono introdotti direttamente durante la fabbricazione della sedia realizzata con una tecnica di estrusione – che permette di trasformare un materiale solido in un materiale più flessibile grazie al calore. Come un marshmallow ancora caldo, la struttura artigianale del mobile rende ogni sedia unica. La sedia Chubby rimane un classico senza tempo del design contemporaneo che affascina e incuriosisce più che mai.

Dirkvonderkooij.com

Marine Mimouni

ABONNEZ VOUS À LA NEWSLETTER