Partager l'article

ARCHITETTURA : GIGLI SU PALAFITTE

Un ripido pendio, popolato da grandi latifoglie, fogliame, arbusti, uccelli e animali selvatici. È in questo luogo unico, tipico della regione di Nova Lima, nel Minas Gerais, nel sud-est del Brasile, che si è stabilita Casa Açucena (giglio in portoghese). Creazione dell’ufficio Tetro Arquitetura, Casa Açucena si è adattata a questa terra atipica. “Era scontato mantenere le caratteristiche naturali” del sito spiegano gli architetti. “Il fatto di guardare in alto, dal suolo alla chioma degli alberi, alti fino a quindici metri dal livello del suolo, è stato determinante nella creazione del concept”. Ma come costruire in un luogo con una topografia così ripida, senza toccare la natura, dando ai suoi abitanti l’esperienza quotidiana di guardare in alto e vedere il cielo attraverso le cime degli alberi?

La risposta degli architetti è un misto di tecnica e poesia. In piedi su palafitte, la villa sembra galleggiare. Rivestita di un bianco abbagliante, è avvolta da una vetrata, dando ai suoi visitatori la sensazione di vivere a livello delle cime degli alberi. Sollevandosi dal suolo, consente alla vita di animali e piante di prosperare al di sotto. Tetro Arquitetura ha scelto di costruire sugli spazi vuoti tra gli alberi. Nessun albero è stato abbattuto. La topografia non è cambiata. Architettura e natura convivono in perfetta armonia.

https://www.tetro.com.br/

Lisa Agostini

ABONNEZ VOUS À LA NEWSLETTER