Partager l'article

Le Manoir de la Régate, una cucina di padre in figlio

Nel 1995, non lontano dalla città di Nantes, nasce “Le Manoir de la Régate”, un ristorante gastronomico animato dagli chef Pascal e Loïc Pérou. Due decenni dopo, tocca al giovane chef gourmet Mathieu Pérou occuparsi di questo luogo affascinante insieme alla sorella Anne-Charlotte. Dopo aver ottenuto la prima stella e una stella verde – che premia l’impegno per una gastronomia sostenibile – nella Guida Michelin nel 2021, lo chef di Nantes svela nei suoi piatti un’arte culinaria meticolosa mista a una cucina locale snaturata.

Formatosi con chef gastronomici di fama mondiale come Tetsyua Wakuda – titolare del ristorante australiano Tetsuya’s -, i fratelli Ibraroure o anche Cory Lee, il giovane chef 28enne ha saputo durante le sue esperienze professionali come liberarsi da una cucina fondendo più competenze, una più arricchente dell’altra. Anche suo padre, Loïc Pérou, uno dei fondatori del “Manoir de la Régate”, ha svolto un ruolo importante nel risvegliare il suo interesse per la gastronomia. In due anni, Mathieu e Anne-Charlotte Pérou hanno saputo restaurare il ristorante di famiglia in un modo elegante che si riflette nella cucina dello chef, ovviamente, ma anche nell’atmosfera di questo luogo.

La disposizione degli interni è stata aggiornata con mobili minimalisti su misura, alcuni dei quali in legno sono stati concettualizzati dal designer Jean De Morinière. È un inno alla natura che si evidenzia nella maggior parte delle aree del ristorante con in particolare l’installazione di una parete verde ma anche l’uso di materiali organici – come legno e rame – creando un gioco di texture raffinate. Per creare un’esperienza culinaria coinvolgente, Mathieu Pérou ha voluto installare una cucina a vista nel suo ristorante per offrire ai suoi ospiti una cena senza filtri e per ammirare la tecnicità dello chef gourmet durante il suo servizio.

In cucina al fianco del padre dal 2017, lo chef gastronomico non lesina risorse da due anni, con l’obiettivo di svelare nuove creazioni di gusto rendendo omaggio al suo terroir in modo responsabile – il Manoir de la Régate ha ricevuto il marchio “Green Food” nel 2020. La sua particolarità? Lavorare direttamente con i produttori della sua regione come con i pescatori Alain Baillet e Gilles Bégaud, membri del Collègues Culinaire de France o Olivier Durand, orticoltore biologico di Nantes, ma anche Valérie e Jean Marie Pédron, proprietario dell’azienda marina a Le Croisic, Les Jardins de la Mer, e rifornisce il ristorante di erbe e alghe.

In tre, sei e otto fasi, vengono proposti agli ospiti tre menù che permettono loro di assaporare le pietanze dello chef gourmet – serviti su piatti creati dalla ceramista Sandrine Gibert – al proprio ritmo. Il sommelier del Manoir de la Régate, Camille Chauvigné, propone una carta dei vini con 180 referenze, offrendo una perfetta armonia con i piatti suggeriti dallo chef Mathieu Pérou.

Manoirdelaregate.com

Marina Mimouni

ABONNEZ VOUS À LA NEWSLETTER

THE VINTAGE FURNITURE
VENTE DE MOBILIER VINTAGE
Grande sélection de meubles, luminaires et décoration vintage. Grands designers scandinaves www.thevintagefurniture.com