Partager l'article

Perception

Nel 9° arrondissement di Parigi, Perception, il primo ristorante dello chef coreano Sukwon Yong, ha già tutto di un ristorante gourmet, con ricette originali e un’impeccabile maestria dei sapori.

Se Perception è aperto a pranzo e a cena, è verso mezzogiorno che questo nuovo indirizzo franco-coreano conquista, con due formule a 29 euro (antipasto/primo o secondo/dolce) e 35 euro (antipasto/secondo/dolce). Appena arrivati, si notano le brigate che si danno da fare allegramente in cucina, attorno allo chef Sukwon Yong (che ha lavorato nelle cucine di William Ledeuil). In sala da pranzo il servizio è assicurato in particolare da Barnabé Lahaye, ex responsabili di sala della Maison Rostang, a cui si deve anche la playlist particolarmente curata che ci accompagnerà per tutto il pasto. Ancora prima di degustare, la nostra vista e il nostro olfatto sono stuzzicati dalla purea di cipolle di soia, cipolle glassate al mirin, coulis di crescione, crostini e parmigiano oltre alla mousse di patate ed eglefino conditi con barbabietole al forno e uova di salmone, due piatti preparati con cura e perfettamente conditi. Il piatto forte dello chef non è altro che il cavolo ripieno di tofu, spinaci e shitake, condito con kimchi fatto in casa e brodo dashi, concentrato di umami. Per terminare senza intoppi questo viaggio del gusto, non saltate il dessert; torta al cioccolato destrutturata e sorbetto al latte di soia.

Perception

53, rue Blanche

75 009 Parigi

Delphine Le Feuvre

ABONNEZ VOUS À LA NEWSLETTER