Partager l'article

Lauren Perrin : London calling

Durante uno shooting di moda, l’assistente stilista Lauren Perrin scopre che la domanda di collant e guanti è di gran lunga superiore all’offerta. Ha velocemente raccolto i suoi risparmi, si è rivolta alle sue amiche per fotografare le sue creazioni e ha lanciato il suo marchio omonimo nel 2020 posizionandosi in questo mercato di nicchia. Originaria di Bayonne ma residente a Londra, Lauren Perrin si è fatta le ossa alla Chambre Syndicale de la Couture Parisienne e si è trasferita per tre anni oltre Manica per diventare assistente stilista. Senza questa esperienza, il suo marchio probabilmente non avrebbe mai visto la luce. Non avrebbe mai saputo che gli stilisti cercavano questi accessori e non avrebbe mai pensato di entrare in questa nicchia. Un vero e proprio colpo di genio, perché i suoi pezzi vestono gambe e mani in uno stile satinato di ispirazione anni ‘70 e optical art. Il successo è stato quasi immediato e i suoi pezzi hanno portato i look della serie di moda sulle pagine di Dazed, Vanity Fair, Vogue USA e Italia, W Mag, ELLE o ancora AnOther il loro tocco di eccentricità perfettamente misurato. Anche l’adorabile Bella Hadid ha adottato la tendenza arty di questi accessori che, oltre alla loro estetica ricercata, vantano di un confezionamento green: i collant sono realizzati in poliestere riciclato e la sua confezione, tessuto riciclato da una prestigiosa maison londinese. Un grande ingresso nel mondo della creazione per questa giovane stilista che non ha intenzione di fermarsi qui e sta già progettando una linea di prêt-à-porter prevista per febbraio 2022. Un’altra grande promessa da seguire da vicino.

Cheynnes Tlili

ABONNEZ VOUS À LA NEWSLETTER