Partager l'article

ORTENSIA: PIATTI SOTTILI E POETICI

Lo chef gourmet giapponese Terumitsu Saito è ora alla guida del ristorante Ōrtensia. Dopo aver lavorato nelle cucine dei più grandi chef gourmet francesi e internazionali come Guy Martin e Thierry Marx, il giovane creatore culinario delizia le papille gustative dei suoi ospiti con una cucina di sofisticata semplicità intrisa di molteplici ispirazioni acquisite durante la sua carriera. Manzo Wagyu con asparagi bianchi o anora tataki di pesce accompagnato da ravanello verde dimostrano l’audace e sottile know-how di Terumitsu Saito. Romain Simon, capo sommelier e direttore di sala, offre un’ampia scelta per soddisfare ogni piatto dello chef gourmet. Con una ventina di posti a sedere, Ōrtensia accoglie i suoi ospiti al 4 di rue Beethoven, nel 16° arrondissement di Parigi.

A capo del suo sviluppo? L’agenzia CUT architettures autrice in particolare del design degli interni del BAM Karaoké Box e recentemente dell’Hotel Pullman Montparnasse. Unendo il mondo della cultura francese e giapponese, i materiali utilizzati in modo sottile come la quercia naturale, la morbida pelle e la moquette piqué offrono un’atmosfera poetica a questo ambiente accogliente. È un luogo fatto di movimento che riflette una dolce foresta pluviale attraverso una grande vetrata filtrata e gli aloni di luce che rivelano le pareti di Arakabe. Con il suo luminoso centrotavola posizionato su ciascuno dei tavoli, i suoi imponenti specchi che rifiniscono la stanza o il suo bar in acciaio inossidabile spazzolato, l’interno del ristorante Ōrtensia è al confine del contemporaneo.

Restaurantortensia.com

Marine Mimouni

ABONNEZ VOUS À LA NEWSLETTER