Partager l'article

Un guardaroba da sogno di Rowen Rose

Se cercavi una definizione di chic non dovevi fare altro che immergerti nelle collezioni della maison Rowen Rose. Lanciato nel 2018 dalla giovane ma talentuosa Emma Raphaëlle Rotenberg (alias Emma Rowen Rose), il brand si distingue per l’attaccamento a una poesia cinematografica che si traduce in linee, codici e ispirazioni degli anni ’60, ’70 e persino ‘80. Non solo rivolto a passato, il brand sa anche fare un passo avanti aderendo al movimento ecologico che ormai investe la moda con zero plastica e materie prime nobili e sostenibili.

Prodotto in Italia, ma disegnato a Parigi, ogni pezzo ci inebria con eleganza infinita, tagli strutturati, ambivalenza femminile e maschile e serietà disinibita. Nasce così Rowen Rose o il camerino dei sogni di un borghese. La sua ultima collezione chiamata “Lines” è stata immortalata dal fotografo Yosigo che è più abituato a fotografare pepite di architettura che a sagome di moda, ma di fronte all’estetica di Rowen Rose è stato difficile resistere. Probabilmente perché l’universo del brand ci conduce in una capsule senza tempo o perché il talento creativo della giovane designer è vicino a quello di un architetto. Dovremmo allora chiamarla, come due grandi gentiluomini, Emma Rowen Rose: architetto della moda?

https://www.rowenrose.com/

Cheynnes Tlili 

ABONNEZ VOUS À LA NEWSLETTER